Ecco come sciogliere i dubbi sulla pulizia dell’orecchio e non solo

Le stesse case produttrici lo sconsigliano in maniera esplicita, il suo utilizzo per pulire le orecchie è perfino dannoso, i medici si raccomandano continuamente di non inserirli nel canale uditivo; eppure molti continuano ad usare il cotton fioc proprio inserendolo nelle orecchie.

Ma quanti sanno che questo bizzarro e controverso prodotto occidentale, non è stato inventato per sopperire a questa funzione?

I bastoncini furono ideati nel 1923 da Leo Gerstenzang, inventore statunitense di origine polacca, che aveva osservato come la moglie fissava un fiocco di cotone all’estremità di uno stuzzicadenti per la pulizia personale del loro bambino. Con questo nuovo oggetto avrebbe potuto applicare facilmente alcuni prodotti sulla pelle del piccolo.

Come si possono pulire le orecchie correttamente?

L’orecchio è un organo molto delicato e la sua pulizia è spesso una pratica sottovalutata. In molti, per pigrizia o disattenzione, si affidano all’utilizzo dei cotton fioc: un metodo palesemente sbagliato e dannoso, che può causare anche fischio all’orecchio.
L’orecchio esterno comprende il padiglione auricolare e il condotto auricolare (Condotto Uditivo Esterno) che si prolunga sino alla membrana timpanica.
Il Condotto Uditivo Esterno, essendo quella più esposta, è quella che normalmente può andare in contro a più inconvenienti. Avere orecchie pulite e ben curate riduce la probabilità di avere seccature davvero poco piacevoli, sia dal punto di vista igienico-sanitario che, non meno importante, estetico. Come in tutte le cose, anche per evitare seccature all’orecchio prevenire è meglio che curare. Avere il cerume nelle orecchie è normale, ed è anzi necessario. Il cerume è una sostanza di consistenza cerosa, che ha il compito di mantenere costanti determinate caratteristiche all’interno del condotto.

A cosa serve il cerume?

  • il cerume ha il compito di mantenere costante l’umidità all’interno dell’orecchio, che favorisce la lubrificazione e l’espulsione del cerume in eccesso;
  • il cerume ha inoltre il compito di mantenere il pH acido, che svolge una funzione antibatterica.

Alcune volte però, per determinate abitudini o predisposizioni, nello svolgimento di alcune categorie di lavori in cui l’orecchio è molto soggetto a stress, può verificarsi una sovrabbondanza di cerume nel condotto uditivo. È buona norma in questi casi effettuare una pulizia dell’orecchio per eliminare il cerume in eccesso.
Attraverso il lavaggio del Condotto Uditivo Esterno è possibile mantenere un orecchio pulito e in salute, e prevenire infiammazioni ed infezioni come l’otite esterna o  l’otomicosi.

Un modo per togliere il cerume nelle orecchie è usare una peretta o una siringa apposita ed eseguire un lavaggio del condotto uditivo esterno,

tenendo conto di alcune precauzioni:

  • l’irrigazione dell’orecchio è assolutamente da non fare se si ha il sospetto che la membrana del timpano sia lesionata;
  • sono da evitare le temperature estreme, infatti se il fluido è troppo caldo o troppo freddo il vostro lavaggio dell’orecchio è facile possa finire in vertigini, nausea e vomito.

Auricolav è il dispositivo ideale per una corretta pulizia del condotto uditivo esterno e il metodo che risponde alla domanda su come stappare le orecchie. E’ stato pensato sia con il sistema della peretta, sia con quello della siringa.
Auricolav peretta e siringa sono dispositivi utili per il lavaggio e l’irrigazione del condotto uditivo esterno e della membrana timpanica, pensati per adulti e bambini.
Auricolav peretta e Auricolav siringa prevengono la formazione di cerume e, permettendone la rimozione, sono utili anche ai portatori di apparecchi acustici, poiché la rimozione del cerume ne favorisce il funzionamento.